"Gufo" – una caratteristica del cronotipo umano

pixabay.com

Il corpo di ogni persona è unico e funziona secondo il proprio orologio biologico e non secondo norme e standard generalmente accettati. L'appartenenza a un determinato cronotipo determina il livello massimo della tua attività fisica e intellettuale durante la giornata, in altre parole, il livello delle tue prestazioni effettive.

Esistono 3 cronotipi principali:

Ti consigliamo di fare un semplice test psicologico per determinare a quale cronotipo appartieni – Determina il tuo cronotipo: "allodola", "colomba" o "gufo".

Secondo le statistiche, il numero di "gufi" è di circa il 33% della popolazione totale.

 

Risveglio

La maggior parte dei "gufi" si sveglia da sola alle 10-11. Svegliarsi presto con la sveglia è difficile e talvolta anche doloroso per loro, come dice Fyodor Chistyakov in una canzone: "Mi sono appena alzato e sono già stanco", dopo di che si sentono sopraffatti ed esausti durante il giorno.

Alcuni semplici consigli renderanno facile alzare i “gufi” al mattino e daranno forza per l'intera giornata:

  • il segnale di allarme dovrebbe essere delicato e delicato (aumentando gradualmente la calma melodia oi suoni della natura);
  • se ti svegli, no "5 minuti", non cedere alla tentazione, allungati dolcemente e alzati dal letto;
  • lavare con acqua fredda – rinfresca bene e migliora il tono;
  • il caffè profumato è la chiave del buon umore;
  • motivare te stesso (trovare il motivo per cui è necessario alzarsi presto, fissare un obiettivo).

"Gufo" – una caratteristica del cronotipo umano

Progettato da Freepik

 

Attività fisica

L'attività dei "gufi" aumenta gradualmente dalle 14:00 e raggiunge il suo apice la sera dalle 19:00 alle 21:00, per poi diminuire. Fino a mezzogiorno, i rappresentanti di questo cronotipo sono completamente passivi, lenti e non del migliore umore. Ma nel tardo pomeriggio, quando la sonnolenza e la stanchezza passano, iniziano un'attività vigorosa, il cui culmine cade la sera e la notte.

 

Attività intellettuale

I gufi hanno tre intervalli di massima attività intellettuale. Il primo slancio di attività si osserva nel periodo dalle 13 alle 14 del pomeriggio, gli altri due rialzi si verificano la sera dalle 18 alle 20 e dalle 23 all'una del mattino.

Il più produttivo è il pomeriggio e la sera, in relazione a ciò, i "gufi" devono creare il proprio programma di lavoro. È auspicabile tenere riunioni di lavoro e prendere decisioni difficili nel pomeriggio.

 

Sogno

I problemi di sonno perseguitano costantemente i "gufi", al mattino è incredibilmente difficile per loro svegliarsi e di notte è semplicemente irrealistico addormentarsi. Inoltre, né il conteggio degli "agnellini" né i tè rilassanti possono aiutare nella lotta impari contro l'insonnia. Ma alcune semplici regole ti aiuteranno ad addormentarti con relativa facilità:

  • è necessario coricarsi contemporaneamente, avendo preventivamente ventilato la stanza;
  • finire di lavorare al computer o guardare la TV 40 minuti prima di coricarsi, l'opzione migliore sarebbe una facile passeggiata serale;
  • la cena dovrebbe essere leggera, ipocalorica e non oltre 2 ore prima di coricarsi.

 

Sport

Il corpo dei "gufi" è completamente impreparato ai carichi sportivi mattutini, quindi è meglio posticipare l'allenamento della forza e visitare un fitness club per il pomeriggio dalle 14:00 alle 17:00. È questo periodo di tempo che è il più ottimale per l'allenamento della forza, quando i carichi porteranno il massimo effetto quando si perde peso o si aumenta la massa muscolare con il minimo danno alla salute. La sera dalle 19 alle 21, gli allenamenti cardio a bassa intensità (corsa, nuoto, aerobica e macchine per esercizi nella zona cardio) sono perfetti. Lo stretching o il Pilates dopo il cardio aiuta a rilassare i muscoli, alleviare la tensione nervosa e migliorare il benessere.

"Gufo" – una caratteristica del cronotipo umano

Progettato da Freepik

 

Cibo

Un buon appetito per i "gufi" compare solo poche ore dopo il risveglio, quindi la prima colazione dovrebbe essere leggera e consistere in una tazza di caffè profumato corroborante con croissant o toast. L'ora di una colazione completa per i rappresentanti dei "gufi" arriva intorno alle 11:00, il cui menu comprende piatti a base di cereali (cereali), macedonie, latticini (ricotta magra, yogurt), uova sode.

L'ora del pranzo arriva alle 15-16 ore, quando l'apparato digerente dei "gufi" è completamente pronto per ricevere cibi proteici. Il pranzo dovrebbe essere completo e salutare, quindi proteine, grassi e carboidrati sono i componenti principali della dieta del pranzo. Per il primo piatto si consiglia di cucinare zuppa di pollo, pesce, verdure o funghi, per il secondo carne, pollame o pesce al forno con un contorno (verdure bollite, patate o pasta di grano duro) e un'insalata di frutta e verdura fresca. Per uno spuntino pomeridiano, sono perfette tisane o tisane con frutta secca e dolci.

L'ora della cena per i "gufi" inizia dalle 21 alle 22. Il menu serale dovrebbe includere pasti ipocalorici e ricchi di proteine:

  • pesce magro, coniglio, tacchino o vitello, al vapore o al forno, ricotta, uova;
  • piccola quantità di fibre (frutta e verdura fresca).

Una cena composta da pasti proteici è di gran lunga preferibile a pasti costituiti da carboidrati complessi o semplici. I benefici delle proteine ​​sono evidenti, poiché sono coinvolte nel ripristino delle cellule del corpo durante il sonno, mentre i carboidrati, che forniscono energia al corpo, rimangono non reclamati di notte e di conseguenza si accumulano automaticamente nel corpo sotto forma di grasso corporeo.

Il consiglio dei nutrizionisti “non mangiare dopo le sei di sera” è pensato per le “allodole”, ma per le “civette” non sono efficaci e possono anche essere dannose per la salute. La durata ottimale della cena non deve superare i 20 minuti 2-3 ore prima di coricarsi ed è consigliabile escludere dalla dieta farina, cibi fritti e affumicati, cibi pronti, salse grasse e dolci.

Tuttavia, la maggior parte dei rappresentanti dei "gufi" al mattino rifiuta di fretta la colazione, durante il giorno, a causa del ritmo rapido della vita, si limita a piccoli spuntini nei fast food e la sera, recuperando il ritardo giorno, assorbono cibi grassi e ipercalorici in grandi quantità. Una dieta così malsana porta ad un aumento di peso e, di conseguenza, a problemi digestivi.

 

Adattamento sociale

I gufi provano grande disagio e difficoltà sul lavoro quando devono lavorare secondo l'orario generalmente accettato dalle 8-9 del mattino. Il loro umore lavorativo appare solo alla fine della giornata lavorativa, il che porta a situazioni di conflitto nel team di lavoro o problemi con lo svolgimento delle mansioni lavorative. I nottambuli impiegano molto tempo per "rafforzarsi" prima di mettersi al lavoro, quindi ci sono più procrastinatori tra loro che tra i mattinieri disciplinati.

Gli "uccelli della sera" amano rimandare compiti poco interessanti e noiosi nel dimenticatoio, ritardando le scadenze, soprattutto se i compiti sono di maggiore complessità. E, stranamente, nonostante la loro innata lentezza e una certa lentezza, i "gufi" hanno la capacità di svolgere più compiti contemporaneamente, i cosiddetti "lavoratori multistazione", che hanno una maggiore produttività e indicatori di lavoro elevati rispetto ai "allodole". E secondo studi recenti, all'età di 50 anni, ci sono persone più ricche e di successo tra i nottambuli.

Per i rappresentanti dei "gufi" del cronotipo, le specialità con un programma di lavoro gratuito, come programmatore, giornalista e libero professionista, sono le più adatte. I "nottambuli "sono dominati dall'emisfero destro del cervello, che è responsabile del pensiero figurativo (creativo) e dell'immaginazione, quindi tra gli "uccelli notturni" ci sono molte persone con professioni creative: scrittori, artisti e artisti. Grazie alla capacità di non perdere l'autocontrollo in una situazione critica e di non farsi prendere dal panico, tra i "gufi" ci sono molti rappresentanti di professioni pericolose: vigili del fuoco, piloti, guardie notturne.

"Gufo" – una caratteristica del cronotipo umano

Progettato da Freepik

 

I "gufi", a differenza delle "allodole", sono meno inclini allo stress, sono psicologicamente più stabili e più ottimisti. Gli "uccelli della sera" sono più adatti al lavoro a turni o ai turni notturni, poiché sono più facili da tollerare eventuali cambiamenti nel ritmo della vita. Tuttavia, a causa di un lungo stile di vita notturno, la loro salute è minacciata da disturbi ormonali che, insieme a una dieta scorretta, provocano lo sviluppo di ulcera peptica e diabete mellito.

Puoi ripristinare e rafforzare la tua salute, oltre a ritrovare la serenità, solo se elabori un programma di allenamento e la giusta dieta che sia pienamente coerente con il tuo cronotipo.

Autore: Vivid Grey