I ricercatori hanno dimostrato che non solo un placebo vale la pena trattare come un trattamento potente, ma può effettivamente agire come una cura, e talvolta anche più forte. Parleremo di questo misterioso effetto in questo articolo.

Fatti interessanti sull'effetto placebo
cnull.de

In varie occasioni, la pappa reale, la tintura all'aglio, l'acqua d'argento, i braccialetti magnetici, ecc., ecc. sono stati presentati come un toccasana per tutte le malattie.Di norma, all'epoca del boom successivo, questi metodi funzionavano davvero alla grande e aiutavano un molte persone, anche se non avevano basi. Successivamente, la popolarità di questo o quel rimedio si è lentamente attenuata e, se era davvero efficace, è stato incluso nel fondo d'oro dei trattamenti non farmacologici, ma se si trattava solo di pubblicità e moda, è stato presto dimenticato.

Esaminando la storia di queste "panacee", si può arrivare alla conclusione: se prendi qualcosa di innocuo (ma anche inutile) per una persona e lo pubblicizzi come un'altra panacea, allora questo rimedio ti aiuterà a sbarazzarti di una varietà di malattie per un numero enorme di persone. Come può essere spiegato?

  • In primo luogo, ciò è dovuto al fatto che quando molte persone assumono contemporaneamente una droga alla moda, viene creato un biocampo inconscio collettivo (egregor nel linguaggio dell'esoterismo), che ha una sorta di effetto ipnotico su ogni singola persona e contribuisce a l'inclusione dell'autofarmacologia (autoguarigione del corpo).
  • In secondo luogo, ciò è dovuto all'effetto placebo, che sarà discusso in questo articolo.

A proposito, tutto quanto sopra può essere attribuito alla maggior parte dei prodotti farmaceutici.

Fatti interessanti sull'effetto placebo
droga indietroground foto creata da rawpixel.com – www.freepik.com

Ora parliamo del misterioso placebo. È probabile che l'idea del placebo apra la strada a una rivoluzione nella teoria e nella pratica della medicina. Lo studio degli effetti dei placebo ci permetterà di capire come il corpo umano si autoguarisce, di svelare la misteriosa capacità del cervello di comandare i cambiamenti biochimici che giocano un ruolo cruciale nella lotta contro le malattie.

Un placebo è un farmaco imitazione, innocue pillole di zucchero del latte preconfezionate e confezionate proprio come un vero farmaco. Solitamente vengono somministrati al paziente per tranquillizzarlo, e non per necessità dettate dalla diagnosi. I placebo sono anche usati per testare l'efficacia di nuovi farmaci. Il risultato ottenuto in una sperimentazione clinica di un nuovo farmaco viene confrontato con l'effetto di un placebo, un "farmaco fittizio".

In precedenza, i medici trattavano i placebo, per dirla in parole povere, non troppo bene, considerando l'effetto placebo nient'altro che "cose ​​da ciarlatano" o "pseudo-trattamento". E solo alla fine del secolo scorso nell'Europa occidentale e negli Stati Uniti l'interesse per questo fenomeno è aumentato. Ad esempio, le descrizioni della ricerca scientifica sui placebo presso l'Università della California da sole ammontavano a un volume impressionante.

I ricercatori hanno dimostrato che non solo un placebo vale la pena trattare come un trattamento potente, ma può effettivamente agire come un farmaco (e talvolta più potente), come un agente terapeutico, causando un cambiamento nelle reazioni che si verificano nel corpo e aiutando a mobilitare le sue difese per combattere la malattia.

Il meccanismo dell'azione del placebo non è stato ancora completamente chiarito dagli scienziati. Ci sono suggerimenti che il placebo attivi la funzione della corteccia cerebrale e questo, a sua volta, stimoli il sistema endocrino e soprattutto le ghiandole surrenali.

Il noto giornalista e scrittore americano Norman Cousins, nel suo libro Anatomy of the Disease from the Patient's Perspective, descrive molti casi di cura con il placebo. Ecco le informazioni su alcuni di essi.

G. Beecher, un noto anestesista dell'Università di Harvard, ha analizzato i risultati di 15 studi che hanno coinvolto 1082 persone e ha scoperto che il 35% dei pazienti ha riscontrato un sollievo significativo quando, al posto dei farmaci convenzionali, per un'ampia varietà di condizioni dolorose (mal di testa, tosse, dolore, cinetosi, irritabilità) ha ricevuto un placebo. Un effetto positivo è stato notato in processi patologici come l'artrite reumatoide, l'ulcera peptica, il raffreddore da fieno, l'ipertensione, l'emoglobina bassa, l'asma. Il placebo ha persino fatto scomparire le verruche.

Fatti interessanti sull'effetto placebo
shutterstock.com

Il Dr. S. Wolf ha presentato i risultati dei test che mostrano come, sotto l'influenza di un placebo, un eccesso di leucociti è apparso nel sangue di una persona e la quantità di proteine ​​e grassi è diminuita.

È noto un caso in cui un paziente affetto dal morbo di Parkinson ha ricevuto un placebo, considerandolo un altro farmaco terapeutico, e il suo tremore è diminuito significativamente. Successivamente, il paziente è stato mescolato al latte con una sostanza da cui è stato prodotto il placebo, ma non ne era a conoscenza e le sue condizioni non sono cambiate.

Durante uno studio sulla depressione psichiatrica lieve, i pazienti hanno avuto la sostituzione dei loro farmaci con un placebo. I risultati sono stati esattamente gli stessi dell'assunzione di farmaci: la condizione è migliorata. Nello studio descritto, anche a 133 pazienti precedentemente privi di farmaci è stato somministrato un placebo. Nel 25% di loro sono stati osservati cambiamenti in meglio così significativi da essere successivamente esclusi dal gruppo su cui è stata testata l'efficacia dei farmaci reali.

All'altro gruppo è stato somministrato un placebo invece di un antistaminico e il 77% dei pazienti ha sperimentato la sonnolenza che di solito provoca il vero farmaco.

L'Istituto Nazionale di Geriatria di Bucarest ha condotto un cosiddetto esperimento "in doppio cieco" per testare un nuovo farmaco che potenzia l'attività del sistema endocrino, che, a sua volta, può rafforzare e aumentare le possibilità di longevità. 150 contadini di 60 anni, che vivevano nelle campagne approssimativamente nelle stesse condizioni, furono divisi in tre gruppi di 50 persone. Il primo gruppo non ha ricevuto alcun farmaco, il secondo ha ricevuto un placebo e il terzo ha assunto regolarmente il nuovo farmaco. Anno dopo anno, tutti e tre i gruppi sono stati attentamente esaminati. Gli indicatori del primo gruppo coincidevano con i dati tipici dei contadini rumeni di questa età. I gruppi XNUMX e XNUMX, trattati rispettivamente con placebo e farmaco, hanno registrato un significativo miglioramento della salute e una mortalità inferiore rispetto al gruppo XNUMX.

Condotti in Francia nel 1986, studi su larga scala (sotto gli auspici del Ministero della Protezione Sociale) hanno dimostrato che dopo l'assunzione di un placebo, il mal di testa scompare nel 62% dei casi, ulcere e gastrite scompaiono senza lasciare traccia nel 58% dei pazienti, reumatismi scompare in ogni secondo... È curioso che così lontano da tutti i farmaci reali mostrino un'elevata efficienza e qui c'è una sottigliezza. I medici sono giunti alla conclusione che le proprietà curative dei farmaci in realtà dovrebbero essere inferiori a quanto si crede comunemente, perché anche l'effetto placebo gioca un ruolo qui.

Fatti interessanti sull'effetto placebo
foto di medicina creata da freepik – www.freepik.com

È anche interessante notare che un placebo può non solo curare, ma anche danneggiare il corpo. Nei casi in cui il farmaco che ha causato la complicanza è stato sostituito da un placebo, l'assunzione ha dato le stesse complicazioni.

Un altro punto interessante. Se il paziente sa che gli viene somministrato un placebo, non avrà alcun effetto fisiologico. Ciò conferma ancora una volta che il corpo umano è in grado di trasformare la speranza di guarigione in cambiamenti biochimici tangibili.

Le persone reagiscono in modo diverso ai placebo. In precedenza, si presumeva che una persona con scarsa intelligenza fosse più suscettibile agli effetti placebo. Tuttavia, questa teoria è stata successivamente confutata. Numerosi studi hanno dimostrato che maggiore è l'intelligenza, più forte è l'effetto placebo.

Lo studio del meccanismo d'azione di questo fenomeno è particolarmente importante ora, poiché l'industria farmaceutica globale ha rilasciato un numero enorme di farmaci che apportano non solo benefici, ma anche danni alla salute. Qualsiasi farmaco, quando viene assorbito dall'organismo, viene scomposto nelle sue parti componenti. Pertanto, non ci sono praticamente farmaci che non darebbero almeno alcuni effetti collaterali. E più complessa è la prescrizione – antibiotici, farmaci ormonali, tranquillanti, farmaci che riducono la pressione sanguigna o alleviano gli spasmi muscolari – più gravi sono i problemi di impatto negativo. I farmaci possono modificare la composizione del sangue, provocarne l'ispessimento o la diluizione. Possono influenzare il sistema endocrino, aumentare la produzione di acido cloridrico nello stomaco, rallentare o accelerare il flusso sanguigno al cuore, sopprimere le funzioni degli organi ematopoietici e del midollo spinale, abbassare o aumentare la pressione sanguigna, interrompere il sodio-potassio metabolismo, che svolge un ruolo fondamentale.

Molti medici famosi hanno ipotizzato che l'intera storia dei farmaci sia la storia dell'effetto placebo. Un tempo, in medicina venivano utilizzati attivamente farmaci come preparati di corno di rinoceronte, radici di mandragora, polveri emetiche, polveri di mummie. La medicina moderna ha dimostrato che l'effetto di questi farmaci, come molti altri, si basa sul fenomeno del placebo.

Al giorno d'oggi i soldi contano molto, quindi è naturale che a chi guadagna sulla produzione di farmaci non piaccia molto quando i ricercatori dimostrano che un semplice “manichino” guarisce non peggio di un altro “miracolo farmaceutico”. Ma se anche una piccola parte del denaro speso per lo sviluppo e la produzione di sempre più nuovi antibiotici fosse investita nello studio dell'effetto placebo, ciò porterebbe incommensurabilmente più benefici...

Fatti interessanti sull'effetto placebo
Foto cromosomica creata da creativeart – www.freepik.com

Perché il placebo funziona in alcuni casi e non in altri? Molto probabilmente, questo accade perché nei casi in cui il placebo aiuta, riesce a "ingannare" la coscienza umana, che include i meccanismi di autoguarigione; nei casi in cui il placebo non aiuta, non riesce a "guidare" la nostra coscienza.

È possibile fare a meno di un placebo? È possibile, ma qui funzionano alcune barriere psicologiche. Dopotutto, l'effetto placebo rompe tutte le nostre idee consolidate sul trattamento delle malattie. Come possiamo credere che la malattia sia curata da alcune forze incomprensibili del corpo che non possono essere sentite o annusate e non possono essere affatto assaporate? E i "ciucci" hanno una certa dimensione, forma, colore, forse anche odore e sapore: sono "reali". Pertanto, imparare a innescare meccanismi di autoguarigione senza assumere un placebo è abbastanza difficile, ma apparentemente possibile.

Fatti interessanti sull'effetto placebo
Medico e Parafarmaceutico technology vettore creato da starline – www.freepik.com

E in conclusione, parliamo di una vecchia curiosità. Nella città americana di St. Louis è stato aperto il Quackery Museum. Qui sono stati presentati tutti i tipi di bottiglie con "pozioni miracolose" contro quasi tutte le malattie e molto altro. "Panacea" sono stati esposti in finestre chiuse. Eppure, i visitatori del museo hanno portato via silenziosamente i reperti nella speranza che pillole e pozioni miracolose li avrebbero aiutati.

Purtroppo il Museo ha chiuso nel 1986. Tutti i suoi grandi reperti furono donati al St. Louis Science Center, che li mise in deposito. E solo nel 2002, grazie al collezionista Bob McCoy, questi reperti sono stati spostati al Minnesota Science Museum e continuano a viverci come collezione di Dispositivi Medici discutibili (Questionable Medical Devices). Tra i reperti del Museo ci sono una macchina frenologica che misura la personalità misurando le dimensioni delle protuberanze sulla testa, oltre a bicchieri e saponi pensati per la perdita di peso. Questa raccolta di dispositivi medici dubbi ci ricorda che a volte è meglio lasciare il trattamento ai medici.

Attualmente, il Minnesota Science Museum è la più grande mostra al mondo di "ciò che la mente umana ha inventato per curarsi senza ricorrere al metodo scientifico o al buon senso".

Valuta l'articolo e condividilo sui social network
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione: 5.00 (Numero di valutazioni: 2)
 

FactUm-Info Curiosità

Iscriviti al nostro Telegram-canale

1.

Apri il sito FactUm-Info nel browser Google Chrome

2.

Fare clic menù del browser

3.

Selezionare "Installa l'applicazione"

1.

Apri il sito FactUm-Info nel browser Safari

2.

Fare clic sull'icona "Invia"

3.

Selezionare "Per visualizzare la schermata iniziale"