I pinguini sono uccelli molto curiosi e sono quasi senza paura sulla terraferma. Questi uccelli marini incapaci di volare non hanno naturalmente paura degli umani. In questo articolo ti parleremo delle cose più interessanti sui pinguini.

Fatti interessanti sui pinguini
flickr.com

I pinguini sono uccelli molto curiosi e sono quasi senza paura sulla terraferma. A differenza degli animali addomesticati, che hanno smesso di avere paura degli umani solo a causa del frequente contatto con loro, la maggior parte dei pinguini non teme naturalmente gli umani.

Secondo molti che hanno visitato l'Antartide, gli uccelli li hanno scambiati per pinguini, anche se un po' strani. Tuttavia, non c'è modo di dare una conferma scientifica se questo è vero. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che i pinguini non hanno predatori terrestri in Antartide o nelle vicine isole al largo.

La famiglia dei pinguini comprende 18 specie moderne. Tutti i membri di questa famiglia di uccelli marini incapaci di volare nuotano e si immergono bene.

 

Dove vivono i pinguini?

Gli antenati dei pinguini vivevano in un clima temperato, quando l'Antartide non era ancora delimitata da un ghiacciaio. Il clima sul pianeta è cambiato. I continenti andarono alla deriva, l'Antartide si spostò al Polo Sud e si ricoprì di ghiaccio eterno. Gli animali partirono da lì o si estinsero, ma i pinguini, essendosi adattati al freddo, rimasero. È vero, prima che ce ne fossero molti di più – nel corso dell'evoluzione, almeno 40 specie che abitavano il nostro pianeta più di 60 milioni di anni fa si sono estinte.

I pinguini vivono nel mare aperto dell'emisfero australe: nelle acque costiere dell'Antartide, Nuova Zelanda, Australia meridionale, Sud Africa, lungo l'intera costa del Sud America dalle Isole Falkland al Perù, nelle Isole Galapagos vicino all'equatore (vedi mappa sotto).

I pinguini preferiscono il fresco, quindi, alle latitudini tropicali, compaiono solo con correnti fredde: la corrente di Humboldt sulla costa occidentale del Sud America o la corrente di Benguela, che si trova al Capo di Buona Speranza e bagna la costa occidentale del Sud Africa.

La più grande concentrazione di pinguini si trova in Antartide e nelle isole adiacenti.

L'habitat più caldo per i pinguini sono le Isole Galapagos, situate vicino all'equatore.

Fatti interessanti sui pinguini
Zona dove vivono i pinguini | wikimedia.org

 

Caratteristiche del movimento dei pinguini

Molti prendono in giro l'andatura goffa dei pinguini. E in effetti, sembra piuttosto divertente. Tuttavia, questa è puramente un'impressione esterna. Il fatto è che una tale andatura consente all'uccello di risparmiare un'enorme quantità di energia.

Nel corso della ricerca, gli scienziati hanno misurato le componenti verticali, laterali e traslazionali del movimento dei pinguini reali mentre camminavano lungo un "podio" appositamente preparato. Si è scoperto che i pinguini risparmiano l'80% della loro preziosa energia mescolando, il che è molto importante in condizioni antartiche. Se gli uccelli alzassero le gambe con grandi piedi, potrebbe sembrare bello, ma spenderebbero molta più forza.

Quando lasciano l'acqua, i pinguini possono saltare sopra l'altezza della costa fino a 1,8 metri. Sulla terra, i pinguini raggiungono velocità di 3–6 km/h. Sul ghiaccio, i pinguini possono anche muoversi rapidamente: scendono dalle montagne, sdraiati a pancia in giù. Alcune specie percorrono così tanti chilometri tra il mare e il luogo in cui si stabilì la loro colonia.

Il nuoto è il modo più veloce di viaggiare per i delfini. Allo stesso tempo, l'animale salta fuori dall'acqua per un breve periodo, come un delfino. Le ragioni di questo comportamento non sono chiare: è probabile che questo aiuti a ridurre la resistenza della corrente, o sia destinato a confondere i nemici naturali. La velocità media che i pinguini sviluppano nell'acqua è di 5-10 km/h, ma sono possibili velocità più elevate su brevi distanze.

Durante il giorno, mentre si nutrono, i pinguini possono nuotare per circa 27 km. A una profondità di oltre 3 metri, gli uccelli trascorrono in media circa 80 minuti al giorno. Nelle immersioni, alcuni pinguini battono dei record. Specie più piccole come il pinguino gentoo possono rimanere sott'acqua per 1-2 minuti e immergersi a profondità fino a 20 metri, ma i pinguini imperatore possono rimanere sott'acqua per 18 minuti e immergersi a profondità di oltre 530 metri.

Sebbene le capacità dei pinguini imperatori rimangano poco conosciute, è noto che durante le immersioni, il polso dell'animale si riduce a 1/5 della frequenza cardiaca a riposo; in tal modo si riduce il consumo di ossigeno, il che consente di aumentare la durata della permanenza sott'acqua con lo stesso volume d'aria nei polmoni. Il meccanismo per regolare la pressione e la temperatura corporea durante le immersioni a grandi profondità rimane sconosciuto.

Fatti interessanti sui pinguini
pinguino papuano (pinguino subantartico) | flickr.com
Fatti interessanti sui pinguini
Pinguini imperatori | wikimedia.org

 

In che modo i pinguini sono diversi dagli altri uccelli?

La forma del corpo dei pinguini è snella, ideale per il movimento nell'acqua. La loro muscolatura e struttura ossea consentono loro di usare le ali come eliche sott'acqua. A differenza di altri uccelli incapaci di volare, i pinguini hanno uno sterno con una chiglia distinta, a cui sono attaccati muscoli potenti.

Nuotare sott'acqua differisce dal volare nell'aria in quanto la stessa energia viene spesa per alzare l'ala come per abbassarla, poiché la resistenza dell'acqua è maggiore della resistenza dell'aria. Pertanto, le scapole dei pinguini hanno una superficie più ampia rispetto ad altri uccelli, su cui sono attaccati i muscoli responsabili del sollevamento dell'ala.

I muscoli pettorali sono molto sviluppati e talvolta costituiscono fino al 30% del peso corporeo, che è molte volte superiore al rapporto simile negli uccelli volanti più potenti.

Un'altra chiara differenza tra pinguini e altri uccelli è la densità ossea. Tutti gli uccelli hanno ossa tubolari, che rendono il loro scheletro più leggero e permettono loro di volare o correre veloci, mentre nei pinguini sono simili alle ossa dei mammiferi (delfini e foche) e non contengono cavità interne. I pinguini hanno piume rigide che coprono strettamente il loro corpo.

 

Perché i pinguini non hanno paura del freddo?

All'interno del loro habitat, i pinguini sono esposti a condizioni climatiche estreme e hanno caratteristiche anatomiche diverse che consentono loro di adattarsi a queste condizioni.

Il meccanismo principale contro l'ipotermia è uno spesso strato di grasso (da 2 a 3 cm), sul quale sono presenti 3 strati di piume impermeabili, corte e aderenti, distribuite uniformemente su tutto il corpo. L'aria negli strati di piume protegge efficacemente anche dalla perdita di calore mentre si trova nell'acqua.

I pinguini hanno un "sistema di trasferimento del calore" ben sviluppato nelle pinne e nelle gambe: il sangue arterioso in entrata cede calore al sangue venoso più freddo che rifluisce nel corpo, riducendo così al minimo la perdita di calore.

Fatti interessanti sui pinguini
Pinguini imperatori | flickr.com

 

Crescita dei pinguini

Di tutte le 18 specie, la più grande è il pinguino imperatore, la sua altezza è di 110–120 cm e il suo peso arriva fino a 46 kg. I rappresentanti più piccoli sono piccoli pinguini (o pinguini blu), la loro altezza è di 30–45 cm e il loro peso è di 1–2,5 kg.

Tali differenze significative sono spiegate dalla regola di Bergman, di cui i pinguini sono un esempio frequente. La regola di Bergman afferma che gli animali che vivono nelle regioni fredde hanno dimensioni corporee maggiori, poiché ciò contribuisce a un rapporto più razionale tra il volume e la superficie del corpo dell'animale e, quindi, a una diminuzione della perdita di calore.

 

Cosa mangiano i pinguini?

I pinguini si nutrono di pesci (pesce argentato antartico), acciughe o sardine, oltre a crostacei (euphausiidi, krill) e piccoli cefalopodi, che cacciano ingoiando direttamente sott'acqua. Se specie diverse condividono lo stesso habitat, le loro diete tendono a differire: i pinguini di Adelia e i pinguini sottogola, ad esempio, preferiscono il krill di dimensioni diverse.

Durante la muta, i pinguini non mangiano nulla. Tuttavia, alcune specie di pinguini (pinguini di Adelia, imperatore, sottogola e pinguini crestati) sono obbligate a rifiutare completamente il cibo anche durante il periodo della cova. Questo periodo in diverse specie ha una durata diversa: da 1 mese (per i pinguini di Adelia e i pinguini crestati) a 3,5 mesi (per i pinguini imperatori maschi). Gli uccelli perdono fino alla metà del loro peso corporeo poiché sono costretti a prendere energia per il metabolismo dalle riserve di grasso accumulate in anticipo.

Maschio e femmina subantartici, magnifici, pinguini e asini si sostituiscono a vicenda durante la schiusa dei pulcini, questo consente loro di morire di fame solo durante il periodo della muta.

I pinguini bevono principalmente acqua di mare. Il sale in eccesso viene secreto attraverso speciali ghiandole situate sopra gli occhi.

Fatti interessanti sui pinguini
Pinguini reali | flickr.com
Fatti interessanti sui pinguini
Pinguino crestato | wikipedia.org

 

Nemici pinguino

Poiché i pinguini nidificano principalmente in aree isolate, gli adulti a terra hanno pochi o nessun predatore naturale. Tuttavia, i mammiferi introdotti dall'uomo, come cani e gatti, rappresentano una seria minaccia per questi uccelli. Per autodifesa, i pinguini usano il becco e le pinne, che sono armi efficaci. Ma i pulcini lasciati incustoditi dai genitori diventano facili prede dello skua marrone (grande uccello marino). Alcune specie di gabbiani sfruttano ogni opportunità per rubare le uova di pinguino.

Le foche leopardo, le foche antartiche, i leoni marini australiani e neozelandesi, così come le orche e gli squali cacciano i pinguini in mare, in particolare le specie di foche sopra menzionate spesso pattugliano le acque poco profonde vicino alle colonie dove i pinguini non possono sfruttare il loro vantaggio: alta manovrabilità. Gli scienziati stimano che circa il 5% di tutti i pinguini di Adelia all'anno muoia in questo modo.

Questo è probabilmente il motivo dell'apparentemente inspiegabile paura degli uccelli prima dell'acqua, a cui sono così ben adattati. Prima di entrare in acqua, i pinguini si avvicinano alla riva a piccoli gruppi e sembrano esitare, perché a quanto pare nessuno vuole essere il primo ad entrare in mare (effetto pinguino). Questa procedura richiede spesso fino a mezz'ora. Non appena uno dei pinguini prende coraggio e finalmente salta in acqua, gli altri lo seguono.

Fatti interessanti sui pinguini
Pinguini imperatori | flickr.com

 

Vita familiare dei pinguini

I pinguini sono un modello di costanza nella vita familiare. Non ci sono praticamente "divorzi" tra questi uccelli e si risposano solo se rimangono vedovi.

Eppure va notato che la "percentuale di divorzi" nei pinguini di specie diverse non è la stessa. Ad esempio, la percentuale di grandi pinguini che scelgono un altro partner l'anno successivo è di circa 14, che è molto bassa; la loro fedeltà al partner è sottolineata anche dal fatto che il 12% delle coppie ha una relazione da più di 7 anni. Ma la situazione con i pinguini di Adelia è diversa: oltre il 50% degli animali di questa specie cambia partner per il prossimo anno, rispettivamente, non ci sono casi in cui la relazione è durata più di 6 anni.

I pinguini nidificano più spesso in grandi colonie, che spesso contano decine di migliaia di coppie o più. Entrambi i genitori prendono alternativamente parte all'incubazione delle uova e all'alimentazione dei pulcini.

Mentre i pinguini imperatore e re incubano il loro unico uovo sulle zampe, le femmine di tutte le altre specie di pinguini depongono due uova in un nido convenzionale, che costruiscono con materiali ampiamente trovati in natura: erba o piccoli ciottoli.

Fatti interessanti sui pinguini
Pinguini reali | wikimedia.org
Fatti interessanti sui pinguini
Pinguini imperatori | flickr.com

Le possibilità che i pinguini sopravvivano per i primi 12 mesi di vita sono piuttosto basse. Ad esempio, tra i pinguini di Adelia, dopo il primo anno, solo circa la metà di tutti i pulcini rimane in vita. Il fattore decisivo da cui dipendono in gran parte le possibilità di sopravvivenza è lo stock di grasso accumulato durante la vita nella colonia, che a sua volta dipende dall'alimentazione, cioè dal successo dei genitori nella caccia.

Le possibilità di sopravvivenza per gli adulti sono molto più elevate, dal 70% all'80% per i piccoli pinguini di Adelia e anche oltre il 90% per i grandi pinguini imperatori.

L'aspettativa di vita dei pinguini è di oltre 25 anni.

Puoi imparare altri fatti interessanti sui pinguini dai video qui sotto, che abbiamo selezionato per te.

 

Spia robot in uno stormo di pinguini

 

Pulcini pinguino salvati da un eroe insolito

Nel video player, puoi attivare i sottotitoli e selezionarne la traduzione in qualsiasi lingua nelle impostazioni

 

Il piccolo pinguino fa una corsa mortale da una gigantesca foca leopardo

 

Algoa Bay – l'ultimo rifugio del pinguino africano

Nel video player, puoi attivare i sottotitoli e selezionarne la traduzione in qualsiasi lingua nelle impostazioni

 

Georgia del Sud – paradiso dei pinguini nell'Atlantico meridionale

Nel video player, puoi attivare i sottotitoli e selezionarne la traduzione in qualsiasi lingua nelle impostazioni
Valuta l'articolo e condividilo sui social network
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione: 5.00 (Numero di valutazioni: 2)
 

FactUm-Info Curiosità

Iscriviti al nostro canale Telegram

1.

Apri il sito FactUm-Info nel browser Google Chrome

2.

Fare clic menù del browser

3.

Selezionare "Installa l'applicazione"

1.

Apri il sito FactUm-Info nel browser Safari

2.

Fare clic sull'icona "Invia"

3.

Selezionare "Per visualizzare la schermata iniziale"