Regole per insegnare a leggere a un bambino

Ritorno al vettore del libro di scuola creato da colorfuelstudio – www.freepik.com

Ogni genitore che ha a cuore il proprio sviluppo armonioso, corretto e olistico pensa all'importanza e al ruolo della lettura nella vita dei propri figli. Ma se in alcune famiglie è sufficiente che mamme e papà mandino semplicemente il loro bambino all'asilo o alla scuola, spostando, senza far suonare forte, la responsabilità sulle spalle di educatori e insegnanti, allora in altre i genitori premurosi preferiscono occuparsi con i bambini da soli.

Le informazioni di questo articolo sono destinate solo alle persone della seconda categoria, perché è improbabile che coloro che appartengono alla prima cerchino in Internet informazioni pertinenti. Ma continuiamo.

Nonostante il grande desiderio di insegnare al tuo prezioso bambino a leggere il prima possibile, questo processo dovrebbe essere affrontato con la massima attenzione e cautela, perché ci sono sottigliezze e sfumature che semplicemente non possono essere ignorate. Il fatto è che, contrariamente alla credenza popolare, "prima inizi ad apprendere le basi della lettura con tuo figlio, meglio è", molti specialisti (neurologi, psicologi infantili, ecc.) sono convinti che ciò possa portare a conseguenze negative nel futuro. Ad esempio, l'apprendimento precoce della lettura con lo stress prematuro che lo accompagna sull'apparato visivo provoca spesso miopia e altri problemi di vista.

Pertanto, è molto importante conoscere almeno le caratteristiche di base della formazione del corpo del bambino, quando iniziare a insegnare ai bambini a leggere e come viene determinata la loro disponibilità a questo processo, e anche aderire alle regole di base pertinenti. Queste domande fondamentali saranno discusse di seguito.

 

Come si forma un bambino: informazioni generali

Qui presenteremo solo informazioni generali, poiché saranno abbastanza.

Quindi, a partire dalle prime fasi della gravidanza e terminando con i tre anni, si forma il primo blocco funzionale del cervello del bambino, che è responsabile della sua percezione corporea, cognitiva ed emotiva.

Da tre a cinque o otto anni avviene la formazione del secondo blocco funzionale del cervello, che controlla i cinque sensi: tatto, gusto, olfatto, udito e vista.

Quanto all'attività mentale cosciente, si sviluppa nel periodo che va dai sette ai quindici anni circa.

Va tenuto presente che la formazione di blocchi funzionali del cervello è un processo sequenziale. Qualsiasi tentativo da parte di un genitore di "saltare" qualsiasi fase influisce negativamente sullo sviluppo del bambino inerente alla natura, poiché ad esso vengono apportati "aggiustamenti" innaturali. L'insidiosità delle conseguenze sta nel fatto che, molto probabilmente, non influiranno immediatamente, ma dopo anni. Successivamente, un bambino già maturo può avere problemi che si esprimono non solo in disturbi del linguaggio, nevrosi, fallimenti motori, ecc., Ma anche in difficoltà nei rapporti con le persone che lo circondano.

Sulla base di questo, devi iniziare a insegnare a tuo figlio a leggere a una certa ora.

Regole per insegnare a leggere a un bambino

I bambini giocano foto creata da wirestock – www.freepik.com

 

Quando puoi iniziare a insegnare a leggere a tuo figlio?

Ci sono diverse opinioni su quando puoi iniziare a insegnare a leggere a tuo figlio. Alcuni esperti ritengono che sia possibile iniziare determinati lavori, ad esempio mostrando le carte di Doman (Glenn Doman è una fisioterapista americana, autrice di metodi di insegnamento per bambini), già dopo che il bambino ha raggiunto i sei mesi di età, mentre altri ritengono che sia meglio iniziare a 3 -4 anni e dal primer. Tuttavia, tutti gli insegnanti sono d'accordo su una cosa: nessuna istruzione di lettura è completamente inaccettabile e impossibile fino a quando il bambino non ha padroneggiato le abilità linguistiche. Se da qualche parte intorno ai 3-4 anni, il bambino inizia ad essere molto interessato ai libri, non solo è possibile, ma necessario, iniziare a imparare a leggere.

Vale anche la pena notare qui che con la manifestazione di irrequietezza e indifferenza nei confronti dei materiali stampati, prima dell'apprendimento, si dovrebbe capire come suscitare l'interesse di un bambino per la lettura. Nel risolvere questo problema, i genitori saranno aiutati da un'incredibile selezione di libri che si distinguono, oltre alla luminosità e al colore, dalla presenza di molti elementi in movimento e persino dall'accompagnamento sonoro. Grazie a questo, la lettura diventa non solo un'attività interessante per i bambini, ma anche un gioco emozionante. Nella fase iniziale, qualsiasi libro serve non tanto come fonte di conoscenza, ma come un modo per essere coinvolti nel processo stesso della lettura.

Continuando la conversazione sull'argomento della prontezza di lettura di un bambino, può essere determinato da diversi segni:

  1. In primo luogo, il bambino ha già formato il discorso ed è in grado di pronunciare parole e frasi, oltre a comporre almeno piccole storie coerenti.
  2. In secondo luogo, il bambino non ha disturbi della logopedia e questo vale sia per la pronuncia errata che per le violazioni della melodia, del tempo e del ritmo della parola.
  3. In terzo luogo, il bambino è in grado di navigare normalmente nello spazio e non confonde i concetti di "destra", "sinistra", "basso" e "alto" tra loro.
  4. In quarto luogo, il bambino ha un orecchio fonemico sufficientemente sviluppato, cioè può facilmente riconoscere i suoni in diverse parti delle parole.

Se ci sono problemi con uno dei precedenti, dovresti occuparti della loro eliminazione: prenditi del tempo per elaborare i momenti difficili, visita un logopedista, un neurologo, ecc. Se tutto è in ordine (o dopo che i problemi sono stati eliminati), puoi procedere ad imparare a leggere.

 

Qualche parola sul corretto insegnamento della lettura

La domanda presentata eccita, forse, ogni genitore. E la prima risposta sarà il metodo tradizionale, che si riduce alla monotona lettura quotidiana del primer. Ma questa opzione non è molto efficace, perché quasi sempre il bambino si annoia e si stanca rapidamente. Inoltre, non impara affatto a leggere in modo ponderato. Naturalmente, il bambino imparerà alcune abilità e conoscenze, ma è difficile definirlo un buon modo di sviluppo sensoriale-emotivo, conoscenza del mondo che lo circonda e del suo posto in esso. Affinché il processo diventi eccitante e creativo, susciti interesse nel bambino, affinché l'abilità di lettura sia padroneggiata in modo efficace, devono essere utilizzati altri metodi.

Prima di iniziare a imparare a leggere e ad applicare qualsiasi metodo, è imperativo studiare le regole di base su cui dovresti fare affidamento nelle tue attività. Possono essere chiamati la base dell'intero processo. Sebbene siano consentite lievi deviazioni, si raccomanda comunque di attenersi a tutte le regole, altrimenti l'abilità di lettura sarà padroneggiata in modo meno efficace dal bambino, cosa che non dovrebbe mai essere consentita.

Regole per insegnare a leggere a un bambino

Foto del letto per bambini creata da gpointstudio – www.freepik.com

 

Regole di base per insegnare a leggere a un bambino

Quindi, se intendi aiutare il tuo bambino ad apprendere un'abilità così importante come la lettura, segui queste regole.

 

1. Non forzare

Ricorda che non puoi costringere un bambino a leggere e qualsiasi strategia del genere è erronea, sbagliata e inefficace in anticipo. Per far desiderare al bambino di leggere e iniziare a mostrare interesse per i libri, circondalo semplicemente con loro. Quindi, puoi sistemare i libri in giro per casa – su scaffali, tavoli e altri luoghi facilmente accessibili. Inoltre, tu stesso devi raccogliere libri e leggere qualcosa di interessante per tuo figlio o tua figlia. Devi anche leggere per te stesso in modo che il bambino ti veda con un libro. Dato che i bambini si sforzano di essere come le loro mamme e i loro papà, molto probabilmente tuo figlio ti chiederà cosa stai facendo o prenderà lui stesso un libro.

 

2. Prima i suoni, poi le lettere

Molti genitori commettono un grosso errore spiegando prima al bambino la pronuncia delle lettere e solo allora i suoni. È necessario fare il contrario: prima di tutto, è importante dire quale suono ha questa o quella lettera nella parola e solo allora come viene pronunciata da sola. Cioè, inizialmente spiega che la lettera "er" nella parola suona come "r", "en" – come "n", "em" – come "m", ecc. E dopo, insegna che "er" – questo è "er", "en" è "en", "em" è "em", ecc.

 

3. Impara non lettere, ma sillabe

Devi capire che le sillabe, e in alcuni casi anche le parole intere, vengono assorbite dai bambini molto meglio di tante singole lettere noiose. Pertanto, le lettere devono essere visualizzate in parole intere. Come materiale ausiliario, puoi utilizzare carte stampate appositamente con sillabe, con l'aiuto delle quali è conveniente insegnare al bambino a leggere per sillabe e creare parole.

 

4. Ripetizione

La frequenza di ripetizione del materiale studiato con il bambino dipende da quanto bene lo ricorderà e lo imparerà. Tuttavia, c'è un trucco qui: a molti bambini non piace molto quando sono soddisfatti di controlli e test, e quindi la ripetizione come metodo di insegnamento deve essere presentata sotto forma di gioco.

 

5. Prima semplice, poi complesso

Come abbiamo detto, inizialmente è più efficace insegnare al bambino la pronuncia dei suoni e solo allora complicare il processo: passare alla lettura delle sillabe e alla combinazione di sillabe in parole. Tutte le informazioni dovrebbero essere fornite in modo dosato e passo dopo passo in modo che non ci sia "porridge" dalle conoscenze acquisite nella testa del bambino.

 

6. Impara parole semplici

Imparare a leggere dovrebbe sempre iniziare con le parole più semplici in cui le lettere si ripetono, ad esempio le parole "madre", "donna", "papà", "zio", ecc. Successivamente, è consentito passare all'apprendimento delle parole, dove una lettera viene aggiunta alla sillaba, ad esempio "basso", "gatto", "casa", "papavero", "lacca", ecc. E avendo già imparato tale materiale, puoi iniziare a trattare con frasi elementari, come "mother soap Mila", "Kolya colitis stakes", ecc. Per quanto riguarda le lettere "y", "b" e "b", è meglio lasciarle alla fine.

 

7. Impara sempre e ovunque

Non importa quello che tu e il tuo bambino state facendo in questo momento: camminare, fare shopping, stare alla fermata dell'autobus o fare uno spuntino in un bar: puoi leggere ovunque e in qualsiasi momento. Quasi ovunque ci sono cartelli, manifesti pubblicitari, cartelli con i nomi di negozi, strade, fermate, ecc. Usate questo a vostro vantaggio ea vostro figlio, e fategli leggere tutto quello che gli fate vedere.

 

8. Gioca

Imparare a leggere un bambino, così come qualsiasi altra abilità, dovrebbe avvenire in modo giocoso. Crea i tuoi giochi in cui devi conoscere i suoni, le lettere e le sillabe. Ad esempio, puoi chiedere a tuo figlio di cercare lettere specifiche nelle parole e di pronunciarle. Puoi anche acquistare lettere di casa su magneti e creare parole su una tavola speciale o su un frigorifero. E un altro gioco aiuterà a sviluppare la consapevolezza: prendi lettere su magneti o cubi, crea una serie di lettere in cui tutte tranne una sono consonanti e lascia che il tuo bambino trovi una vocale.

 

9. Genera interesse

Affinché tuo figlio impari a leggere meglio e più facilmente, devi interessarlo a questo. E per questo è molto bello mostrare che la lettura è necessaria per una vita piena tra le altre persone. Pertanto, dimostra chiaramente al bambino l'importanza di questa abilità: mostragli lettere, cartoline, appunti, tablet, scrivi appunti in modo che li legga. Nel tempo, il bambino stesso si rende conto che imparare a leggere è semplicemente necessario.

 

10. Leggi ad alta voce

Leggere ad alta voce, e anche per un po', è considerato un modo molto efficace per insegnare a un bambino a leggere velocemente. Ma devi applicarlo, ovviamente, quando il bambino ha già imparato alcune abilità. Sulla base di ciò che tuo figlio ha già imparato, inventa i tuoi compiti e consegnali a lui da completare, segnando, ad esempio, un minuto. A proposito, il cosiddetto "Diario del lettore" aiuterà molto qui, dove registrerai i progressi del tuo bambino. E affinché svolga i compiti con entusiasmo, dopo ogni cento parole che leggi, dagli una piccola cosa carina.

 

11. Leggi con un segnalibro

Leggere con un segnalibro è un'altra regola per migliorare lo sviluppo delle capacità di lettura. Devi usare il segnalibro qui come al solito, con l'unica differenza che non dovrebbe chiudere la riga inferiore, ma leggere le parole. Quindi aiuterai il tuo bambino a non confondersi in un gran numero di parole e a concentrarti su una nuova parola.

 

12. Regolarità delle classi

Abbiamo già parlato di ripetizione, quindi aggiungi solo che devi leggere regolarmente e sistematicamente. In altre parole, devi prestare attenzione a padroneggiare l'abilità di lettura ogni giorno, anche se richiede solo 5-10 minuti. Ma ciò che è ancora più importante è non abbandonare le lezioni, anche quando inizia a sembrare che il bambino stia già leggendo bene.

Regole per insegnare a leggere a un bambino

Foto di lettura di famiglia creata da pvproductions – www.freepik.com

E in conclusione, vorrei integrare le regole di cui sopra con alcuni consigli in più che ti aiuteranno a insegnare a tuo figlio a leggere più velocemente e meglio.

 

Alcuni consigli aggiuntivi

Il tuo bambino imparerà a leggere con più successo se segui questo elenco di consigli.

  • Assicurati di ottenere un primer o un alfabeto. In futuro, questa letteratura evocherà sempre nel bambino associazioni con l'apprendimento piacevole. È meglio se i libri sono integrati con disegni.
  • Se stai imparando le lettere, inizia con le vocali, perché puoi cantarle usando i tuoi brani preferiti, e questo è utile, divertente e interessante. È molto buono se le lezioni sono accompagnate da modelli di plastilina o da colorare. Questo insegnerà al bambino a identificare le lettere e a capirle.
  • Devi studiare le consonanti solo dopo le vocali. E non dimenticare che devi prima spiegare al bambino come viene pronunciata la lettera nella parola e solo allora come suona da sola.
  • Per aumentare l'efficacia dell'apprendimento, è utile comporre fiabe sulle lettere, in modo che la loro conoscenza sia più interessante per il bambino. Ad esempio, c'era una volta una lettera allegra "U". E un giorno si arrampicò su per la collina, e come rotolò giù da essa, gridando con fervore "Uuh!". Per analogia, inventa dei racconti per ogni lettera.
  • Nel processo di apprendimento, non trascurare i materiali creativi. Ricorda che un bambino impara il mondo attraverso la percezione sensoriale, il che significa che deve assolutamente provare a toccare tutto. Può essere adatto intagliare lettere nel cartone, scolpire lettere nella plastilina, cuocere biscotti a forma di lettere, ecc.. Un'esperienza del genere rimarrà per sempre impressa nella memoria di tuo figlio.
  • I più efficaci sono brevi sessioni di 10-15 minuti diverse (da 3 a 5) volte al giorno. Attenersi a un tale sistema e il tuo bambino non solo non si stancherà, ma aspetterà anche ogni lezione.
  • E, infine, la regola più importante in ogni interazione con un bambino è la benevolenza e la pazienza con il bambino. Non permettere mai a te stesso di perdere la pazienza, alzare la voce e ancor di più insultare l'ometto. Altrimenti, tutte le attività saranno inutili e anche l'atteggiamento del bambino nei tuoi confronti potrebbe non essere il migliore.

Avvicinati a insegnare a tuo figlio a leggere con amore e intelligenza, e i primi risultati non tarderanno ad arrivare.

Fonte: 4brain.ru