Più vitamine, meglio è, crediamo e, come si è scoperto, ci sbagliamo di grosso. Sono davvero richiesti dal corpo, la mania per i complessi multivitaminici è innocua ed è possibile fare a meno delle vitamine? In questo articolo cercheremo di capire

Miti e fatti sulle vitamine | Abbiamo bisogno di vitamine

shutterstock.com

I complessi vitaminici sono uno dei farmaci più popolari: probabilmente non c'è persona che non abbia sentito parlare dei benefici delle vitamine e non le abbia mai assunte. Più vitamine, meglio è, crediamo e, come si è scoperto, ci sbagliamo di grosso. Sono davvero richiesti dal corpo, la mania per i complessi multivitaminici è innocua ed è possibile fare a meno delle vitamine? Proviamo a capirlo.

 

Solo fatti

Diamo prima un'occhiata ai fatti. Le vitamine sono sostanze che sono necessarie in quantità microscopiche all'organismo per svolgere le sue funzioni. In assenza di vitamine – anche quando tutte le altre sostanze sono presenti nella dieta – il corpo inizia a funzionare male e la persona si ammala.

Normalmente, le vitamine entrano nel corpo con il cibo. Alimenti diversi contengono vitamine diverse, e questo è uno dei motivi per cui la dieta dovrebbe essere varia e includere diversi gruppi di alimenti.

Le vitamine sono instabili e facilmente distrutte dal trattamento termico. Ecco perché parte della dieta deve essere rappresentata da frutta e verdura fresca, alimenti che contengono la maggior quantità di vitamine.

 

È vero che il fabbisogno di vitamine non può essere soddisfatto dal cibo?

Nel 20° secolo, è stato suggerito che è impossibile ottenere la quantità di vitamine richiesta dal corpo solo dal cibo, quindi devono essere assunte in aggiunta per prevenire l'ipovitaminosi, una condizione di carenza vitaminica. Si credeva che la carenza di vitamine fosse una compagna costante dell'uomo moderno, contribuendo, a sua volta, all'indebolimento del sistema immunitario e allo sviluppo di molte malattie. Questa tesi è stata caldamente supportata dalle aziende farmaceutiche e, dopo un po', è iniziata la marcia vittoriosa dei complessi vitaminici in tutto il pianeta. Le vitamine sono prescritte per quasi tutte le malattie, ad eccezione dell'ipervitaminosi (si è scoperto lungo la strada: se esageri troppo, succede anche questo). È opinione diffusa che le vitamine aiutino sempre il corpo (almeno non danneggiano). Ma lo è?

È stato stabilito che alcune vitamine (ad esempio le vitamine A, E, C) contribuiscono alla crescita di tumori maligni.

Decenni del boom delle vitamine hanno consentito l'accumulo di esperienza clinica e ora i medici affermano sempre più che l'affermazione sulla necessità totale di un'ulteriore fortificazione non è corretta. Dicono che i complessi vitaminici sono nella maggior parte dei casi inutili e in alcuni casi dannosi e, come si è scoperto, questa opinione è molto più vera del fatto che le vitamine dovrebbero essere assunte quasi costantemente.

Studi condotti da diversi centri indipendenti hanno dimostrato che le dosi di vitamine considerate essenziali per la vita sono grossolanamente sopravvalutate. In effetti, le vitamine che accompagnano il cibo sono sufficienti per soddisfare tutte le esigenze dell'organismo, a condizione che la dieta sia varia, contenga diversi gruppi alimentari e contenga frutta e verdura fresca. Nella stragrande maggioranza dei casi, la carenza di vitamine in una persona moderna non è affatto associata alla mancanza di vitamine nel cibo, ma a problemi di assorbimento nel corpo (ad esempio, in violazione del processo di assorbimento nell'intestino, che si manifesta con molte patologie intestinali).

Nel corso di altri studi, è stato stabilito che le vitamine sintetiche vengono assorbite dal corpo non più del 5%, quindi non è necessario parlare del loro effetto efficace sul corpo.

Miti e fatti sulle vitamine | Abbiamo bisogno di vitamine

shutterstock.com

 

Cosa devi sapere sui complessi vitaminici?

  • Le vitamine, da sole o in combinazione tra loro, non proteggono dal raffreddore. "Bere vitamine per non ammalarsi" non è un'idea brillante. Una delle prove è il fatto che il picco dell'incidenza stagionale della SARS si verifica nel tardo autunno, cioè nel momento in cui l'organismo è al massimo saturo di vitamine dopo le estati ricche di frutta e l'inizio dell'autunno. Se le vitamine proteggessero davvero dal raffreddore, nessuno avrebbe sentito parlare di focolai autunno-inverno di malattie respiratorie, il loro picco cadrebbe in primavera, quando il contenuto di vitamine negli alimenti è minimo.
  • L'assunzione di complessi vitaminici non è in grado di proteggere dal cancro. Inoltre, è stato chiaramente stabilito che alcune vitamine (ad esempio le vitamine A, E, C) contribuiscono alla crescita dei tumori maligni.
  • Le vitamine sintetiche (in altre parole, create in laboratorio, non di origine alimentare) sono altamente allergeniche. In particolare, alcuni pediatri attribuiscono l'allergia generale nei bambini moderni al fatto che molte donne assumono complessi multivitaminici durante la gravidanza.
  • Molti popolari complessi vitaminico-minerali, per la maggior parte, non sono un farmaco, ma appartengono al gruppo di integratori alimentari, cioè integratori alimentari biologicamente attivi. Vitamine e minerali nella loro composizione non sono in dosi terapeutiche (in grado di avere un effetto), ma in dosi subterapeutiche (insufficienti per ottenere un effetto significativo). Inoltre, spesso includono ingredienti antagonisti (ad esempio, non è consigliabile assumere contemporaneamente calcio e ferro, zinco e acido folico, vitamina B12 e vitamina B1, vitamina C, ferro). E infine, non essendo farmaci, questi farmaci non vengono sottoposti ad alcun test e solo il produttore sa cosa esattamente e in quale quantità c'è effettivamente nella loro composizione.

Miti e fatti sulle vitamine | Abbiamo bisogno di vitamine

shutterstock.com

 

Quando sono necessarie le vitamine?

Tuttavia, ci sono situazioni in cui l'assunzione di vitamine è vitale. Ci sono due di queste condizioni: hypo e beriberi, cioè una quantità ridotta di alcune vitamine nel corpo e la loro completa assenza. Di solito si parla di una o due vitamine. Ad esempio, nell'alcolismo, l'assorbimento della vitamina B1 è compromesso, quindi, nel trattamento dell'alcolismo, è prescritto, inoltre, in iniezioni e non sotto forma di "vitamina", che non avrebbe senso.

I viaggiatori ai vecchi tempi spesso soffrivano di avitaminosi C, descritta in modo colorato da Jack London nella storia "L'errore di Dio". Le persone dei paesi poveri, il cui cibo tradizionale è il riso bianco raffinato, ottengono spesso beriberi (la cosiddetta avitaminosi B1) e coloro che mangiano principalmente mais – pellagra (questa è PP-avitaminosi). Nei bambini piccoli che vivono in zone a bassa insolazione, cioè con un numero limitato di giorni di sole all'anno, si verificano casi di ipovitaminosi D, che causa il rachitismo.

L'ipovitaminosi viene diagnosticata nei residenti dell'estremo nord (a causa della carenza vitaminica della dieta), così come in tutti coloro che mangiano cibi che contengono poche o nessuna vitamina (fast food, cibo spazzatura, cibo prodotto industrialmente). Le persone che praticano il veganismo (vegetarianismo rigoroso) mostrano spesso segni di carenza di vitamina B12, che si trova principalmente nella carne e nei latticini.

In tutte queste situazioni, è necessario assumere vitamine. Ma in questi casi svolgono una funzione terapeutica, sono prescritti da un medico in dosi rigorosamente calcolate dopo la diagnosi, e quindi non stiamo parlando di complessi vitaminico-minerali alla moda qui.

 

Video utili sull'argomento dell'articolo

Nel video player, puoi attivare i sottotitoli e selezionarne la traduzione in qualsiasi lingua nelle impostazioni

 

Nel video player, puoi attivare i sottotitoli e selezionarne la traduzione in qualsiasi lingua nelle impostazioni
Valuta l'articolo e condividilo sui social network
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione: 3.75 (Numero di valutazioni: 4)
 

FactUm-Info Curiosità

Iscriviti al nostro canale Telegram

1.

Apri il sito FactUm-Info nel browser Google Chrome

2.

Fare clic menù del browser

3.

Selezionare "Installa l'applicazione"

1.

Apri il sito FactUm-Info nel browser Safari

2.

Fare clic sull'icona "Invia"

3.

Selezionare "Per visualizzare la schermata iniziale"